Mazars chiude in crescita il 2019/20

Una posizione sempre più forte nel mondo dei servizi di audit, tax e advisory e la conferma del proprio impegno per un rinnovamento del mercato dell’audit.

  • Ricavi globali in crescita del 7,8% per un valore pari a € 1,9 miliardi
  • Ricavi in crescita (+ 13,5%) in Italia e nuovi investimenti
  • Una visione strategica per i prossimi 4 anni e una governance rinnovata
  • La conferma dell’impegno per un rinnovamento della professione di revisore

8 Febbraio 2021: Mazars, gruppo internazionale specializzato nei servizi di audit, tax e advisory, annuncia oggi ricavi per 1,9 miliardi di euro nell'esercizio 2019/2020 (1 settembre 2019 - 31 agosto 2020), con un incremento rispetto all'esercizio precedente del 7,8% (al netto dell’effetto cambio di -0,3%). Tale aumento dei ricavi si compone di una forte crescita organica (5,9%), integrata da una crescita esterna (1,8%).
Commentando la performance finanziaria della società, Hervé Hélias, CEO e Presidente del Gruppo Mazars, afferma: " Il 2020 è stato un anno senza precedenti per le persone, le imprese e la società. Nel mezzo di una pandemia globale, impegnata a proteggere le proprie persone e a continuare a fornire servizi di alta qualità ai propri clienti, Mazars ha dimostrato un’eccellente resilienza ottenendo una crescita del 7,8%, in massima parte organica. Un successo che si deve anche all’impegno e alla capacità delle nostre persone di continuare a svolgere il proprio lavoro offrendo costantemente servizi di qualità ai clienti. Un valore unico che ci ha permesso di fare molto più che superare la tempesta nel 2020.”

Mazars continua la sua crescita anche in Italia

In controtendenza con l’attuale scenario, dominato dall’emergenza Covid-19, Mazars continua la sua espansione in Italia.
Un fatturato locale nell’ultimo anno pari a 26,5 milioni, in crescita del 13,5%, e oltre 1000 clienti sul territorio nazionale.
Un mercato di primaria importanza, dove investire come testimoniato dall’espansione intrapresa da Mazars agli inizi del 2020 in Italia e ora in fase di accelerazione.
Nel 2020 Mazars ha trasferito i propri uffici di Milano in una nuova prestigiosa sede nel cuore di Porta Nuova. Un sustainable building certificato LEED, dotato delle più avanzate tecnologie connesse alle nuove modalità di “smart working”.
Il nuovo head-quarter si aggiunge agli uffici di Torino, Padova, Verona, Firenze e Roma mentre una ulteriore nuova apertura è prevista a breve a Bologna.
L’organico complessivo di Mazars in Italia è in crescita del 14% (rispetto all’anno precedente), con 295 persone di cui il 44% donne, 116 nuove assunzioni di cui 84% under 30 e un innovativo programma di formazione e di inserimento per i nuovi assunti. Mazars è oggi sempre più protagonista sul mercato italiano con 29 soci e più di 300 professionisti attivi nei
vari ambiti di audit, tax e advisory.

Una prospettiva di lungo periodo: un piano strategico per i prossimi quattro anni

Nonostante la crisi, Mazars ha continuato a investire e pianificare il suo futuro. Più di 1.100 partner in tutto il mondo hanno votato di recente l’approvazione di "One24", il nuovo piano strategico che assicura riconoscibilità al modello unico di partnership integrata di Mazars. Il piano articola l’agenda del gruppo per i prossimi quattro anni, capitalizzando i punti di forza e le caratteristiche distintive di Mazars: servizi di qualità, team che operano in modo uniforme come un’unica squadra a livello globale, attenzione e considerazione per i clienti e i propri collaboratori. Il nuovo piano mira a continuare la trasformazione del gruppo e a garantirne una posizione sempre più forte nell’ambito dei servizi di audit, tax e advisory. Nel prossimo quadriennio Mazars continuerà a concentrarsi sulle sue priorità: centralità del cliente, gestione della qualità e del rischio, crescita internazionale, integrazione operativa, sviluppo dei talenti e contributo alla costruzione di un mondo equo e prospero.

Guardando al futuro, Hélias afferma: "La pandemia e la relativa crisi economica prospettano sicuramente un periodo complesso, ma noi ci impegniamo a guardare oltre, investendo nella nostra organizzazione e nelle nostre persone per proporre ai clienti i servizi di cui hanno bisogno e si aspettano da noi. Una strategia che ci vede impegnati su due fronti, consolidare e accrescere il nostro ruolo all’interno del mercato e continuare a creare l'azienda del futuro,
assicurandoci di attrarre e far crescere talenti eccezionali, offrire esperienze di alta qualità ai nostri clienti in tutti gli ambiti della consulenza e, soprattutto, agire in modo responsabile per contribuire a creare fiducia.

Un team dalla leadership rinnovata per l’attuazione del piano strategico

Per sostenere il programma One24, Mazars ha rinnovato e rafforzato la sua struttura di governance, che comprende il Group Executive Board (GEB)1 e il Group Governance Council (GGC)2. Il nuovo team di governance è stato eletto dai partner durante la conferenza virtuale del gruppo tenutasi a dicembre 2020.
Dei 23 membri eletti del GEB e del GGC,10 sono donne: ciò significa che il 44% delle posizioni di governance di Mazars sono detenute da donne e questo rappresenta una forte diversità di genere nella leadership dell'azienda.
Nel 2020 Mazars ha accolto 78 nuovi partner internazionali provenienti da 30 Paesi diversi. I nuovi partner rappresentano le diverse realtà geografiche e i diversi ambiti di servizi: audit (54%), tax (17%) outsourcing (12%). L’impegno per offrire una prospettiva diversa e contribuire a rinnovare il mercato dell’audit.

Nell'ottobre 2020 Mazars ha lanciato la nuova brand identity che riafferma la sua mission e i valori di integrità, responsabilità e affidabilità che sin dalle origini la ispirano. Guidata dal desiderio di favorire il cambiamento e offrire una prospettiva diversa al mercato dell’audit, tax e advisory - Mazars con il suo rebranding ribadisce il proprio impegno per un
mondo equo e prospero e per il rinnovamento della professione di revisione contabile.
Grazie alla sua forte posizione nel mercato dell'audit delle PIE (Pubblic Interest Entities), Mazars si assume la responsabilità di garantire che i revisori, che hanno una missione di interesse pubblico, siano in grado di soddisfare al meglio le aspettative della collettività. Coerentemente con la filosofia del brand, il gruppo è in prima linea nel dibattito sull’audit, per promuovere cambiamenti significativi nella professione e un confronto pubblico che coinvolga tutti gli stakeholder. 

Hélias conclude: "Il nuovo piano strategico quadriennale esprime l’intenzione di accelerare la trasformazione interna e consolidare la posizione di Mazars come player di primo piano a livello internazionale. Vogliamo migliorare continuamente nei servizi ai nostri clienti e nell’accrescere il nostro talento, facendo di Mazars un'azienda altamente qualificata e una scuola di eccellenza. È giunto il momento di ripensare collettivamente il funzionamento della professione. Crediamo che sia nostra responsabilità contribuire a modellare il mercato dell’audit e faremo la nostra parte in questa trasformazione nei prossimi anni.”

1. Il GEB è il comitato esecutivo Mazars’. In carica per la gestione operativa della partnership con riferimento a obiettivi strategici chiave definiti. E’ prioritariamente focalizzato a perseguire e accelerare la crescita, assicurando al contempo la qualità e la sostenibilità delle attività aziendali.
1. Il GGC è il comitato imparziale e indipendente di supervisione del Gruppo. Ha poteri decisionali in tre aree precise:
l’approvazione dei candidati partner e le operazioni di crescita esterna, la compensazione dei membri della GEB e
l’approvazione delle azioni disciplinari promosse da questi ultimi.

A proposito di Mazars
Mazars è una partnership internazionale integrata, specializzata in audit, tax, advisory e servizi legali*. Opera in 91 paesi in tutto il mondo e conta sull’esperienza di 42.000 professionisti - 26.000+ nella partnership integrata di Mazars e 16.000+ nella North America Alliance - per assistere clienti di varie dimensioni in ogni fase del loro sviluppo.
*Dove consentito dalle leggi vigenti del paese.

Appendice: Hervé Hélias è stato rieletto presidente del GEB e sono stati eletti due nuovi membri: Mark Kennedy,
Managing Partner in Irlanda dal 2016 e Julie Laulusa, Co-Managing Partner in Cina dal 2010.
Laulusa e Kennedy si uniscono ad altri nove membri rieletti del GEB: Hervé Hélias, Pascal Jauffret, Rudi Lang,
Taibou Mbaye, Christoph Regierer, Veronique Ryckaert, Ton Tuinier, Phil Verity e Victor Wahba. Antonio Bover si
dimette dopo tre mandati (12 anni) e Wenxian Shi passa da membro a ospite permanente.
Il GGC include ora Asa Andersson Eneberg, Gertrud Bergmann, Maria Cabodevilla, Frank Bournois, Kathryn
Byrne, Juliette Decoux, Fabrice Demarigny, Denise Fletcher, Chris Fuggle, Tim Hudson (Chair), Michelle Olckers
and Liwen Zhang.

"Avere una prospettiva di lungo periodo è fondamentale, così come avere il team giusto per attuare la strategia.
Mentre cerchiamo di implementare il piano quadriennale, abbiamo trasformato il team di governance per essere
certi di avere scelto i leader più giusti: Professionisti con background e stili differenti, in grado di contribuire ad
attuare appieno la nostra strategia ", afferma Hélias.

Ufficio Stampa. AD MIRABILIA – mazars@admirabilia.it
Contatti: Fulvia Concetti: Tel. +39 348 5457226 concetti@admirabilia.it